Risposta perFrattura pluriframmentata e scomposta della scapola e glena

Caro Pietro,
se è vero che non sei ancora guarito, il tuo medico curante può certificare il tutto ai fini di una riapertura della “malattia” da parte dell’ INAIL. In ogni caso, ricorrere contro la loro decisione di “rimetterti al lavoro”, indipendentemente dalla percentuale d’invalidità che ti verrà riconosciuta. Capirai bene che, senza poterti visitare ed esaminare le ultime radiografie, è assai difficile indicare una valutazione da parte mia ti dirò pertantoun’ampia oscillazione (10-18%) entro la quale dovresti orientarti. Ti ricordo che per percentuali superiori al 15% avresti diritto ad una rendita mensile e non alla liquidazione “una tantum” per cui una buona visita medico-legale sarebbe consigliabile.
Cordialità