MENU

Trauma pelvico

Anonimo ha scritto 2 anni fa

Salve,
Le scrivo perchè a seguito di un incidente della strada, avvenuto il 25 marzo 2014, ho riportato un forte trauma nella zona pelvica con scoppio del testicolo sx e rottura del funicolo prossimale.
Trasportato in ospedale dai sanitari del 118, venivo operato al testicolo per la parziale asportazione del didimo, sutura del testicolo e del funicolo.
Da allora ho sempre avuto algie al testicolo operato e dolori in sede fossa iliaca per i quali ho dovuto fare parecchi accessi al P.S.
Avendo spesso dolori, sia quando cambiava il tempo sia durante i rapporti sessuli, con perdita dell’ erezione per le algie al testicolo, al pene, al fianco, mi sono sottoposto ad una serie di esami.
Da tutte le analisi fatte non risultano agenti batterici, virali o micotici che possano giustificare malattie sessulamente trasmissibili e quindi i problemi elencati.
Il volume di liquido seminale è praticamente ridicolo 0.4 – 0.5 ml dopo 5 gg di astinenza dai rapporti. Il numero di spermatozoi è ottimo, ma ci sono tracce di leucociti, macrofagi ed un alterato pH pari a 9.
Mi hanno prima diagnosticato una lesione del nervo genitofemorale, supportata anche dalla rottura del funicolo.
Ad una EMG del nervo pudendo, si evidenzia una sofferenza a carico della via esaminata.
A dicembre dello scorso anno ulteriori esami mostrano un degeneramento della situazione, ovvero: una prostato vesciculo epididimite bliaterale cronica. ( da novembre scorso anno i dolori da che erano solo a sx sono presenti anche a dx, per oltre un anno e mezzo dall’ incidente a dx non si evidenziavano segni di sofferenze agli esami strumentali )
Ripeto nessuna carica batterica è stata riscontrata, nemmeno da tampone uretrale.
Da qui la diagnosi di dolori pelvici cronici da neuropatia del pudendo ( nervi pelvici ).
La mia domanda è: un danno del genere che punteggio ha?
Mi parlando di 16 punti in totale, considerando i deficit dell’ erezione, l’ eiaculazione retrograda e la neuropatia del pudendo ( 5 punti forfettari perchè non classificata sulle tabelle ).
Io nn posso stare seduto, nn posso stare con le gambe accavallate o incrociate ( posizione joga ), spesso anche in piedi in certe posizioni cominciano dolori in zona iliaca.
Non ho più una vita sociale, sia per i dolori sia per il fatto che non riesco a portare a termine un rapporto sessuale il più delle volte.
Sinceramente credo siano pochini come valutazione. Per questo motivo Le chiedo una sua opinione in merito.
Nel ringraziarLa anticipatamente per la sua consulenza, Le porgo i miei più distinti saluti.

Sergio

1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 2 anni fa

Carissimo,
concordo che il 16% è troppo esiguo.
Tuttavia, c’è da considerare che la prostato-vesciculo-epididimite bilaterale cronica, non è traumatica. Il caso risulta molto complesso ed hai assoluto bisogno di una consulenza medico-legale di uno specialista della tua zona che sia realmente valido.
Cordialità
Dott. Silvio Savoia