Rottura mezzo di sintesi

Domande e risposteCategoria: AltroRottura mezzo di sintesi
Anonimo ha scritto 7 anni fa
Buonasera Dott.
le espongo brevemente ilo mio caso: A seguito di infortunio sportivo sono stato sottoposto a un intervento di ricostruzione LCA e mi veniva impiantata una vite in titanio. L’intervento riusciva tant’è che cominciavo la fisioterapia in acqua ma improvvisamente dopo qualche mese la testa della vite si rompeva e finendo nell’articolazione mi bloccava il ginocchio. A causa della rottura mi vedevo costretto a subire una seconda operazione finalizzata alla rimozione della testa del chiodo a seguito della quale, però, il tono muscolare della gamba è sceso notevolmente e nonostante l’attività fisica ho continui crampi e dolori alle articolazioni che scricchiolano ogni qualvolta piego il ginocchio.
La domanda che Le vorrei sottoporre è la seguente:” E’ possibile che la testa del chiodo si rompa così facilmente o è probabile che mi sia stato impiantato un prodotto difettoso?”.
La ringrazio per la disponibilità 
Saluti
1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 7 anni fa
Carissimo,
è possibile anche la rottura spontanea di un mezzo di sintesi. Tuttavia, per valutare se l’inconveniente consegua ad un errato posizionamento della vite, è necessario esaminare i radiogrammi.
Le consiglierei portarli all’attenzione di ortopedico, oppure un medico legale di sua fiducia.
Cordialmente
Dott. Silvio Savoia