MENU

Risarcimento x errata diagnosi

Domande e RisposteRisarcimento x errata diagnosi
Marianna ha scritto 2 anni fa

Buongiorno,mi chiamo Marianna e le scrivo x avere alcune informazioni.
Mio padre nel marzo 2005 si rivolse ad un medico otorino della nostra citta’,
ritenuto il migliore, x un fastidio alla gola dopo un leggero stadio
influenzale.venne eseguita fibroscopia e la diagnosi fu nulla di preoccupante
tanto che la terapia prescrittagli fu di ansiolitici e colluttorio x via della
lingua risultata tesa alla palpazione.dopo 10 giorni fu eseguito il primo
controllo nel cui referto venne scritto a mano dall’otorino NETTO
MIGLIORAMENTO.
Al secondo controllo del 14-05-2005 venne addirittura scritto NON EVIDENTI
CARCINOMI,LA SINTOMATOLOGIA E’ QUASI SCOMPARSA.
per farla breve a luglio effettua TAC dopo sua spontanea richiesta al medico
di base e il risultato e’CARCINOMA SQUAMOSO INVASIVO CON NECROSI DI TIPO COMEDO
E INFILTRANTE.LA NEOPLASIA HA MARGINI DI TIPO ESPANSIVO ecc……
Allora ci siamo rivolti d un professore che aveva operato mio padre
precedentemente per polipi nasali e vedendo il referto con relativa foto della
fibroscopia si e’ domandato come avesse potuto non notare il tumore che era
palesemente evidente già nella prima foto a marzo.
Mio padre e’ stato operato il 30 agosto 2005 ed ha subito l’asportazione
parziale di lingua,palato,faringe,tonsilla destra e svuotamento del collo x i
linfonodi maligni che si erano formati.
Avendo superato i 65 anni, al tempo dell’intervento ne aveva 69 non gli e’
stata riconosciuta l’invalidita’ civile, ma solo parziale sanitaria x la sua
patologia.
La sua vita e’ cambiata radicalmente…..alimentazione esclusivamente liquida,
assenza di salivazione causa radioterapia,crisi depressive periodiche anche con
idee suicide, attacchi di panico, fuoriuscita giornaliera di”cibo” dal naso, assenza di vita sociale ecc.
Vorrei sapere se secondo lei ci sarebbe stata possibilita’ di chiedere
risarcimento x errata diagnosi e quindi ritardato intervento che altrimenti
sarebbe stato meno invasivo e se si fino a quanti anni di distanza e’ possibile
chiederlo?il dottore che sbaglio ora e’ primario di otorino e mio padre andava
in studio privato.grazie mille x avermi concesso un po’ di attenzione.distinti
saluti

1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 2 anni fa

Cara Marianna,
è possibile che il ritardo diagnostico di quattro mesi sia significativo, ma non
posso dirtelo con certezza.
Se m’invii la documentazione per e-mail provo a farla vedere al mio oncologo.
Attendo notizie. Cordialmente
Dott. Silvio Savoia