richiesta perizia medico-legale

Domande e risposteCategoria: Cause di malasanitàrichiesta perizia medico-legale
Anonimo ha scritto 6 anni fa
 Salve, nel 2008 sono stato sottoposto ad intervento di ernia discale posterolaterale presso il reparto di neurochirurgia dell’ospedale Policlinico G. Martino di Messina.Subito dopo l’intervento ho iniziato ad accusare difficoltà nello svuotamento vescicale ed intestinale e deficit erettile (sindrome della cauda equina) . Il ricovero in ospedale e’ durato un mese,durante il quale sono stato sottoposto all’intervento di ernia discale,seguito da una tac di controllo, 4 giorni di immobilità e riabilitazione fisica (con scarsi risultati). Durante la permanenza in ospedale ho subito un secondo intervento a causa della fuoriuscita di liquido sospetto dalla ferita.In conclusione,vengo dimesso consigliandomi ulteriori accertamenti urologici. Dopo svariate visite specialistiche in tutta Italia senza alcun riscontro positivo, nel 2013 inizio ad essere seguito dal centro di unità spinale dell’ospedale Niguarda di Milano,dove vengono eseguiti dei test di stimolazione sacrale. Nel marzo 2015 mi viene impiantato in modo definitivo un neuromodulatore sacrale. Ad oggi non ho ancora raggiunto i risultati sperati. Nel corso di questi anni il mio legale ha citato l’ospedale di Messina per un risarcimento danni. Dopo aver esaminato il mio caso,l’assicurazione dell’ospedale ha proposto al mio legale un accordo di 16 punti di invalidità. Il mio legale mi consiglia di effettuare una perizia medico-legale per valutare l’effettiva gravità del mio caso. Lei cosa mi consiglia? Certo di una Sua risposta,Le porgo i più cordiali saluti. Roberto
1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 6 anni fa
Caro Roberto,
il suo legale ha ragione!
E’ indispensabile un’adeguata e puntuale relazione medico-legale.
Il 16% (sedici per cento) che ti viene riconosciuto appare realmente troppo restrittivo in rapporto a quanto mi scrivi.
Cordialità
dott.Silvio Savoia