MENU

Reperibilità e straordinario

Domande e RisposteCategoria: AltroReperibilità e straordinario
Anonimo ha scritto 6 anni fa

Egregio/a Dottore/ssa, vi scrivo per un quesito che ora vi esporro’…
Sono un dipendente di una struttura privata convenzionata ulss, mi chiedevo
vista l’omertà comune da parte di alcune autorità superiori se è LEGALE dover
prestare servizio STRAORDINARIO (da noi chiamato orario EXTRA con una
retribuzione ovviamente diversa) durante l’orario in cui si è pure
REPERIBILI..?
L’orario di reperibilità inzia dopo le 16:00, l’orario normale di lavoro
finisce alle 14:42, capita spesso che siamo messi in turno straordinario pur
essendo allo stesso momento reperibili, allora io mi chiedo se la reperibilità
è una disponibilità alla struttura per emergenza/urgenza perchè cio’ viene
messo in secondo piano quando ci sono delle sedute operatorie piu’ lunghe?
Ovvero come posso essere io reperibile se sto già lavorando per delle sedute
troppo lunghe? Cosa che i coordinatori possono organizzare sicuramente prima
riducendo le sedute: ma l’idea è che pur di fare molti interventi si adottano
queste mosse a mio parere piu’ strategiche che corrette…
Nell’attesa di una vostra risposta vi porgo Cordiali Saluti
Vi ringrazio per la cortese attenzione
Davide

1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 6 anni fa

Caro Davide,
questa é una domanda che dovresti fare ad un Avvocato che si occupa di Lavoro e Previdenza.
Dal punto di vista medico-legale, la reperibilità esclude, per definizione, che il dipendente sia in servizio. pertanto, se l’ASL ti paga solo la reperibilità, non puoi e non devi essere in servizio. In alternativa, compatibilmente con le esigenze di servizio, dovrai essere retribuito come “straordinario”.
Cordialità