info invalidità

Anonimo ha scritto 3 anni fa

Salve, mi chiamo Loredana , le scrivo per avere un parere
Sono una operatrice socio sanitaria, addetta all’assistenza domiciliare, ho iniziato a svolgere questo lavoro nel 2005 in casa di riposo, ma ho interrotto per intervento di ernia discale L4-L5 nel 2007, dall’intervento mi si è manifestata una parestesia delll’arto sx che si estende dal gluteo,coscia polpaccio esterno fino all’alluce.
Ho ripreso la mia professione nel 2008 prestando assistenza domiciliare, due anni fa tramite patronato abbiamo inoltrato una denuncia per la malattia professionale ma non mi è stata riconosciuta nemmeno su ricorso, spiegazione: pochi anni di servizio e eccessivo peso ponderale. Tutt’ora la mia situazione del peso è rimasta invariata essendo affetta da ipotiroidismo di Hashimoto, faccio molta fatica a perdere peso.
Il 10 Agosto mentre ero in servizio, mi sono fatta male alla schiena movimentando un utente, non mi è stato riconosciuto l’infortunio, mi è stata prescritta una lastra e una risonanza magnetica e il responso è:
Rigidità del rachide.
non scivolamenti vertebrali.
Spondilodiscoartrosi a carico di L4-L5 con aspetti osteofitosici agli spigoli contrapposti e con netta riduzione del corrispondente spazio intersomatico.
Pure ridotto lo spazio discale tra L5 ed S1 e tra L3-L4 sul versante posteriore.
Clips chirurgiche in ipocondrio destro.
Invece il responso della risonanza magnetica  è :
Sono riconoscibili note disidratative a carico del disco intersomatico L3-L4
A livello di L4-L5 si apprezzano segni di disco-artrosi pronunciati e si riscontra estrusione di materiale discale al passaggio intra-extra-foraminale di destra, con conflitto riguardante la radice nervosa di L4 di destra: quest’ultimo reperto, con queste caratteristiche, non era riconoscibile nel precedente controllo eseguito.
A livello di L5-S1 si rileva ernia discale postero-centrale, prevalente a destra, con conflitto disco-radicolare interessante la radice nervosa S1 di destra: anche questo reperto, con queste caratteristiche, non era riconoscibile nel precedente controllo eseguito.
Il disco intersomatico L5-S1 è caratterizzato da segni di disidratazione.
Le dimensioni del canale spinale sono regolari.
Il segmento terminale del midollo spinale appare normo-rappresentato e normo-intenso.
Sarebbe possibile avviare una denuncia di malattia professionale o avere il riconoscimento di invalidità civile con iscrizione alle categorie protette. Dal 10 Agosto non sono più rientrata a lavoro,e prossima a essere disoccupata in quanto non riesco più a svolgere le mie mansioni.
Ho effettuato una visita dal neurochirurgo, al momento non sono da intervento chirurgico,mi ha prescritto limitazioni di evitare la mobilizzazione di carichi >20 kg ed impieghi che comportino posizione obbligate in flessione del tronco 
Mi scuso per essermi divulgata ma vorrei avere un parere esperto in questo campo.
La ringrazio cordiali saluti
Loredana Z.