MENU

Frattura scomposta comminuta della scapola, glena e testa dell’omero

Domande e RisposteCategoria: Infortuni sul lavoroFrattura scomposta comminuta della scapola, glena e testa dell’omero
Anonimo ha scritto 8 anni fa

Ciao sono un ragazzo di 33 anni e lo scorso 8 Marzo ho subito un infortunio sul lavoro in itere. In pratica io ero in scooter e una lepre mi ha tagliato la strada e sono caduto. Ho riportato una frattura scomposta comminuta della scapola,glena,e testa dell’omero della spalla dx.Inoltre dalla tac la glena risultava leggermente infossata.Sono stato sottoposto a un intervento chirurgico(8 ore di intervento e 60 punti di sutura) per ridurre e cercare di ricomporre il tutto durante il quale mi sono state applicate 2 pistre e 10 viti.Ad oggi ho avuto un discreto recupero nella mobilita’ anche se ancora faccio molta fatica nei movimenti estremi.Il problrma è la forza che non arriva,nonostante stia facendo tanta fisioterapia in acqua e a secco,specie in rotazione esterna e sollevamento frontale faccio tantissima fatica.L’inail a fine Novembre quando mi scadono i giorni vuole mandarmi a lavorare e per quello che mi hanno fatto capire al mio infortunio assegneranno meno di 10 punti di invalidata’.Chiedo a voi se l’inail puo’ mandarmi a lavorare in queste condizioni e se la valutazione del punteggio è quella giusta. Grazie aspetto una vostra pronta risposta nel frattempo vi porgo i miei piu’ cordiali saluti.
Pietro

2 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 8 anni fa

Caro Pietro,
per quanto riguarda la cicatrice, essa sicuramente configura un danno valutabile. Per quanto riguarda la valutazione, le dico, per serietà, che non è assolutamente possibile ipotizzare “un numero” senza un serio accertamento medico-legale.
Cordialità.

Dott. Silvio Savoia ha risposto 8 anni fa

Caro Pietro,
dato un tempo così lungo è giusto che l’INAIL le chieda di riprendere il lavoro, anche se i disturbi persistono. Del resto, devi tener conto che la tua spalla non potrà mai tornare “a funzionare” come prima, rimanendo una significativa invalidità permanente. Piuttosto, mi sembra troppo bassa la percentuale (10% o meno) che ti vogliono riconoscere. Ti consiglio di rivolgerti ad un medico legale della tua zona, affinchè ti visiti e ti dica quale sia realmente il danno a te residuato.
Cordialità

flozangi ha risposto 3 anni fa

Solitamente l’ Inail tende a mantenersi con il punteggio al di sotto degli 11 punti se no poi scatta la rendita risarcitoria.