MENU

Frattura del calcagno

Anonimo ha scritto 7 anni fa

Buonasera,
Le scrivo in quanto mio padre (autista di camion), a febbraio ha avuto un infortunio sul lavoro e si è fratturato il calcagno sx.
Ha subito un intervento e gli hanno detto all’Inail che prima di Settembre 2011 non potrà lavorare.
Ora io le volevo fare sicuramente delle domande stupide… ma in famiglia non abbiamo fortunatamente avuto mai altri episodi simili!
Arrivo al dunque, io vorrei sapere se a mio papà verrà riconosciuto un ulteriore danno oltre allo stipendio mensile da parte dell’inail e se è vero che dobbiamo contattare un avvocato per fargli evere un ulteriore rimborso dal datore di lavoro.
La ringrazio anticipatamente per l’attenzione,
cordiali saluti
Paola

1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 4 anni fa

Cara Paola,
finchè l’INAIL non lo “rimette al lavoro”, tuo padre sarà pagato dall’INAIL: Al termine della “malattia”, l’INAIL procederà alla valutazione del danno biologico. Ti conviene pertanto munirti di relazione medico-legale da esibire a malattia conclusa.
Cordialità