MENU

Falso clamoroso a vantaggio dell'Inps

Domande e RisposteCategoria: Invalidità civileFalso clamoroso a vantaggio dell'Inps
Anonimo ha scritto 6 anni fa

Buongiorno,
chiedo gentilmente un Vostro parere.
Ho 64 anni, disoccupato da 2 in seguito a licenziamento dovuto a problemi di salute.
Ho presentato domanda di invalidità civile con le seguenti patologie:
1) BPCO di 3° grado con tanto di test di reversibilità negativo e diagnosi di broncopneumopatia cronica ostruttiva a prevalenza bronchite
2) TIA co conseguente diagnosi di problemi mmesici (perdita memoria breve di media entità) e ansioso depressivi tanto che sono in cura presso centro UVA
3) aneurisma dell’aorta addominale di 3, 4 cm
4) spondiloartrosi cervicale,discopatia e riduzione dei canali di coniugazione che mi causano vertigini.
La commissione medica non mi ha fatto nessuan visita, si è limitata a raccogliere fotocopie della documentazione medica e, senza neppure sottopormi a visita di controllo, mi ha asseganto un’invalidità del 46% per asma, quanto non ho mai avuto alcun sintomo asmatico in tutta la mia vita, ma appunto BPCO con bronchite e afasia, quanto il neurologo scrive che mi esprimo senza alcun problema con linguaggio proprio e congruo atratti addirittura logorroico.
‘E un falso clamoroso indubbiamente a vantaggio Inps che cosi ha permesso di non riconoscermi l’inalidità civile superiore a 2/3 che mi averbbe permesso di anticipare la pensione di vecchaia a 60 anni che ho già compiuti.
Cosa posso fare?
Ricorso lo posso fare ma solo tramite legale e essendo disoccupato non ho i soldi per pagare un avvocato e poi avrei magari un giudizio favorevole tra anni quando sarò giò in pensisone di vecchiaia.
Pensavo ad un azione pename verso la commissione per falso.
Ci sono i presupposti? Grazie
Silvano

1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 6 anni fa

Caro Silvano,
meriti certamente il riconoscimento di un’invalidità superiore ai 2/3.
Puoi rivolgerti ad un qualunque Patronato, per farti assistere GRATUITAMENTE.
Non preoccuparti per il resto, in quanto, anche se ” a distanza”, prenderai gli arretrati con decorrenza dalla data d’inoltro della domamnda amministrativa.
Cordialità