errata diagnosi e cura

vincenzo monardo ha scritto 6 anni fa
Gentile DOTT SAVOIA le scrivo per conto di mia madre che ha 82 anni : La mamma nel 1991/1992 gli viene diagnosticata la diagnosi di SCLERODERMIA    e contestualmente di epatite C    e quindi curata per 25 anni per la sclerosi sistemica sino ad Aprile del 2016 presso H Niguarda Milano ,  nello stesso mese di  aprile  ci siamo recati presso L\'ospedale Gaetano Pini  Milano dove ci hanno detto che la mamma non ha la sclerosi sistemica ma bensi la fascite eosinofila , epatite  c  , crioglobulinemia e vasculite. inoltre aggiungo che la mamma non e stata mai curata per l\'epatite c in quanto avendo la sclerosi sistemica era controindicata la terapia con interferone, intanto la vasculite ha portato le ulcere ai piedi e dal 2012 la comparsa del tumore carcinoma spinocellulare agli arti inferiori , ad oggi siamo già al 5° intervento e 6° tumore Carcinoma Spinocellulare sempre ai piedi . mi perdoni per la sommaria descrizione di tutti gli eventi , la mia domanda è : possiamo chiedere i danni per errata diagnosi e per la mancata cura dell\' epatite c che ha portato la crioglobulinemia e la vasculite e le conseguenti ulcere ai piedi sede poi dei tumori spinocellulari nel luglio 2012, dicembre 2013, giugno 2015 , agosto 2016 ed ultimo gennaio 2017  con l\'amputazione della gamba dx. Resto in attesa di un suo Gentile riscontro augurandole buona giornata.
1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 6 anni fa
Carissimo, il caso è complesso. Andrebbe valutata l'epoca della prima diagnosi di epatite C. Inoltre, non vi è rapporto tra l'epatite sia con la vasculite, sia con la crioglobulinemia. Francamente, la vedo difficile. Tutt'al più si potrebbe valutare la gestione del carcinoma spinocellulare. Cordialità Dott. Silvio Savoia