MENU

Distorsione del I dito della mano sx

Domande e RisposteCategoria: Infortuni sul lavoroDistorsione del I dito della mano sx
Anonimo ha scritto 7 anni fa

Spett.Studio Medico Legale Savoia
la presente per richiedere gentilmente alcune delucidazioni in merito ad un infortunio subito lavorativamente di seguito riportato;
In data 08 Aprile c.a. ho subito una distorsione del I dito della mano sx causando una forte tendidinite all’estensore dello stesso, causa una scivolata accidentale sul lavoro. Dopo 3 settimane di immobilizzazione della mano sx con stecca posizionata per impedire il movimento del dito e assunzione di antinfiammatori, vengo nuovamente rivisitato in ospedale, mi viene effettuata una infiltrazione a base di corticosteroidi come forte antinfiammatorio e mi viene diagnosticata in fine la “Sindrome di De Quervain” che potrebbe risultare anche invalidante se non risolta (dopo i tentativi fatti di cui sopra) attraverso un intervento chirurgico alla mano.
Ora personalmente pago due assicurazioni infortuni che rispettivamente mi dicono che il danno e la diaria giornaleria vengono risarciti solo se risulta come invalidità permanente una percentuale oltre il 5%.
Le mie domande pertanto sono le seguenti;
Mi dovrei rivolgere privatamente ad un medico legale per fare una valutazione della situazione in modo tale da poi potermi confrontare o trovare un compromesso con quella fatta dall’INAIL e dalle assicurazioni?
Mi devo esclusivamente rivolgere all’INAIL ad infortunio chiuso per la valutazione del danno?
L’INAIL e le assicurazioni risarciscono anche un danno biologico?
E se non volessi sottopormi ad intervento chirurgico a causa dei possibili rischi che comporta l’intervento stesso nei confronti dei nervi/tendini? quali sarebbero le premesse in termini di punteggio invalidità?
L’infortunio andrebbe chiuso prima o dopo l’eventuale intervento chirurgico?
Se lo chiudo prima e poi per l’intervento chirurgico mantengo un periodo di malattia sarebbe possibile?
Nel ringraziarVi anticipatamente porgo
Cordiali saluti
Dario Nasuelli

1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 7 anni fa

Caro Dario,
rispondo così alle tue domande:
1) Convienwe senz’altro che ti rivolga ad un medico legale di fiducia, essendo tuo danno realmente significativo.
2) L’INAIL risarcisce il danno biologico. La polizza infortuni prevede proprie tabelle che sono segnalate sul contratto.
3) Nessuno può obbligarti a sottoporti ad intervento chirurgico.
4) Se non ti operi, nulla cambia nella valutazione, in quanto non è affatto certo che chirurgicamente si possa avere un miglioramento.
5) La malattia va “chiusa” e poi eventualmente riaperta in caso di intervento.
Cordialità