MENU

Arresto cardiaco

Anonimo ha scritto 2 anni fa

Buonasera 5 anni fa mentre ero al lavoro ho subito  un arresto cardiaco sono stato 5 minuti con il cuore fermo e comunque mi hanno salvato i miei colleghi di lavoro dopo due settimane  di ricovero  mi è  stato impiantato  un  defibrillatore  sottocutaneo  e diagnosticato  cardiopatia  dilattativa. Ho fatto domanda di invalidità  dopo essere stato esaminato  dalla commissione  mi hanno riconosciuto  il 70% però rivedibile  dopo  due  anni. Nel frattempo  mi  anno operato 4 volte perche  il defibrillatore  mi dava noie. Bene due anni fa alla revisione  del l’invalidità mi hanno ridotto al 50%perché secondo loro sono guarito.nel novembre  2015  sono stato ricoverato  per un ictus ischemico causato  da  delle fibrillazione  cardiache  adesso i sintomi  che mi sono rimasti :mal di testa vertigini  e braccio dx mancanza  di  forza   oltre alla giunta di una pastiglia  per coagulazione  del sangue.bene ho rifatto domanda di  invalita  x aggravamento e per la legge 104 perché ogni mese ho due visite da fare. 20 giorni fa la commissione  mi ha chiamato  e visti tutti i risultati mi ha rifiutato  la 104 e dal 50% mi hanno passato al 60% l’invalidità.  Possibilità  uno deve morire per essere riconosciuto  invalido? Da notare che sto consumando tutti i permessi al lavoro per andare ha fare la riabilitazione  e le visite . Cosa posso fare

1 Risposte
Dott. Silvio Savoia ha risposto 2 anni fa

La sua storia è emblematica di come il sistema non funzioni.
Ha pienamente dititto al 75-80%. Le consiglio di ricorrere, facendosi assistere da un buon medico legale della sua zona.
Cordialità
Dott. Silvio Savoia