Aritmia cardiaca ed invalidità

Domande e risposteCategoria: Invalidità civileAritmia cardiaca ed invalidità
Anna ha scritto 2 anni fa

Salve, ho 36 anni e soffro di TPSV da tempo ma nell’ultimo mese ho avuto frequenti episodi con battiti molto elevati. Non essendo evidentemente efficaci i farmaci che assumo (fleccainide), ad ogni episodio sono stata portata in pronto soccorso, dove le tpsv sono state convertite con farmaci endovena. Purtroppo gli episodi si sono verificati durante il lavoro (collaborazione a partita iva, gestivo praticamente uno studio professionale altrui) ed hanno chiaramente compromesso l’immagine della mia “affidabilità ” avendo in piu occasioni dovuto abbandonare il luogo di lavoro con urgenza. Vorrei capire se tale situazione: 1) può dare diritto al riconoscimento dell’invalidità civile; 2)può dare diritto al riconoscimento come categoria protetta, dato il reale effetto invalidante dei sintomi nel quotidiano.
Grazie