MENU

Mancata prescrizione terapia antimicotica

C.E.M, di anni 70, in data 16.4.14 viene ricoverata per occlusione intestinale conseguente a sindrome aderenziale post-chirurgica.

Durante la degenza presenta disturbi respiratori di tipo broncopolmonare, per cui, in data in data 29.4.14 si riscontra, all’emocultura, contagio da candida parapsilosis (fungo-micete).

In quella occasione (dato presente solo sul diario infermieristico) viene immediatamente allertato il medico di guardia che, purtroppo, dimentica di prescrivere l’immediata terapia antimicotica (antifungina), assolutamente urgente e da praticarsi al massimo entro le prime 12 ore dalla diagnosi, così come indicato dalle linee guida.

Di contro, per la grave negligenza dei sanitari ospedalieri, l’opportuna terapia viene somministrata solo sei giorni dopo, quando ormai si è instaurato un grave quadro di encefalite da candida che porta inevitabilmente al decesso la paziente in data 30.10.14, dopo il trasferimento della stessa in una struttura di ricovero per malati terminali.