MENU

Carcinoma Pancreatico

F.V., di anni 44, in data 4.10.05 riscontra (ecograficamente) cisti del pancreas di 28 mm.

La stessa viene confermata alla TAC del 25.11.05 ed alla RMN del 9.3.07.

Nonostante l’aspetto benigno della lesione, il paziente viene informato di essere portatore di carcinoma pancreatico, la cui prognosi è gravemente infausta, venendo sottoposto d’urgenza (24.5.07) ad un immotivato intervento chirurgico di asportazione di 2/3 del pancreas.

Per di più, durante l’intervento laparoscopico, i chirurghi vengono a danneggiare gravemente la milza, che necessita di essere poi asportata tramite minilaparotomia sovrapubica.

Il dato istologico conferma poi la benignità della lesione, a conferma dell’esecuzione dell’intervento non indicato, dannoso e condotto in modo errato.

Consegue un danno iatrogeno rilevante, caratterizzato da diabete mellito post-chirurgico e disturbi digestivi.